I racconti di Creative Commons in Noir: “La marmellata di more” di Euro Carello

Creative Commons in NoirLa luce che viene dalla scala è poca, però gli occhi adesso si sono abituati e riesco a vedere abbastanza. Mentre scorro col dito sui barattoli, mammina grida forte e dice anche le parole brutte che se le dico io mi lava la bocca col sapone. Anche mia sorella, grida, con i versi strani che fa lei.

Per fortuna, sui barattoli insieme a quei segni neri che io non so c’è anche il disegno, così non mi sbaglio e capisco subito qual è quello della marmellata di more, non posso confonderlo con quella di fragole o di fichi. È questo qui grande con il coperchio d’oro, vicino alla passata, ma quella si distingue bene perché è tutta rossa. Perché a me mi piace solo quella di more, di marmellata. Mi piace perché è dolce ma non tanto, ha anche un po’ di acido. Poi mi piacciono i granellini che restano sulla lingua e la fanno diventare tutta nera, che nello specchio sembro uno di quei mostri della tv che li guardo con un occhio solo da sotto la coperta.

Mammina intanto continua a gridare ahi ahi che male aiutami aiutami , ma forte forte, così tanto che mi fa male alle orecchie. Dalla porta della cantina adesso viene un pochino di luce che si muove di qua e di là, si vede che mammina è riuscita a trovare di nuovo la pila.

Adesso però non mi devo distrarre, per andare su dalla scala devo fare attenzione a non inciampare.

Vado avanti con il barattolo stretto sulla pancia e striscio i piedi, che anche se le pantofole si sporcano tutte non importa, tanto io lo so dov’è che è la spazzola, così poi le pulisco.
Continue reading

I racconti di Creative Commons in Noir: “Scultura” di Davide Bacchilega

Creative Commons in NoirQuando mi chiedono cosa faccio, io dico: «Un carrello per la spesa».

La gente non lo trova molto artistico, non lo trova molto chic. Perché quando lo chiedono agli altri, cosa fanno, gli altri dicono: «Un igloo con oblò».

Dicono: «L’auto da corsa di Fangio».

Dicono: «La mongolfiera di Montgolfier».

Dicono: «La Sacra Famiglia».

Perché quando lo chiedono agli altri, cosa fanno, gli altri ti raccontano di sogni da discount: una casa da fiaba, un’auto veloce, la sfida del volo, l’illusione della fede. È l’immaginazione a portata di mano, quella rassicurante, che non si spinge mai troppo in là.

Ma quando lo chiedono a me, cosa faccio, io dico: «Un carrello per la spesa». E la gente che si becca la mia risposta, poi mi guarda strano. Pensano che io sia un vecchio sciroccato, e tutto sommato hanno ragione.

Anche in carcere dicevano che lo ero. Sciroccato, non vecchio. Per quella mania di scolpire i mattoni. Statuette facevo, soldatini, guardie e ladri. Là dentro lo devi trovare per forza un modo per occupare la mente, uno qualsiasi. Altrimenti il pavimento t’ingoia, e ci rimani.
Continue reading

Creative Commons in Noir: i dieci racconti selezionati

Creative Commons in NoirAggiornamento del 15 febbraio: congratulandoci con l’autore del racconto che si è classificato in settima posizione per aver vinto nel frattempo un altro concorso letterario, comunichiamo che la classifica finale di Creative Commons in Noir subisce una piccola variazione e nella rosa degli autori che verranno pubblicato nell’antologia di Stampa Alternativa si inserisce questo testo:

  • “Erano in tre” di Paolo Ferrari, valutazione: 42,5 punti

——–

Eccoci con il risultato finale del concorso Creative Commons in Noir che abbiamo proposto la scorsa estate e che si è chiuso il 31 ottobre 2007. La rosa dei dieci racconti individuati dalla giuria sono i seguenti:

  • “Scultura” di Davide Bacchilega, valutazione: 56 punti
  • “La marmellata di more” di Euro Carello, valutazione: 53 punti
  • “Apocalisse di Giovanni” Luciano Pagano, valutazione: 48 punti
  • “Il timbro e il flagello” di Alberto Prunetti, valutazione: 47 punti
  • “Angelo mio” di Alberto Giorgi, valutazione, 47 punti
  • “Saint Vincent” di Michele Frisia, valutazione: 45 punti
  • “Talpe” di Paolo Delfino, valutazione: 44,5 punti
  • “Il male” di Karim Mangino, valutazione: 44 punti
  • “Una vera signora” di Angela Venuti, valutazione: 43,5 punti
  • “Corso dei mille” di Antonio Pagliaro, valutazione: 43 punti

A cominciare dai prossimi giorni, inizieremo a pubblicarli su Fronte della Comunicazione e nelle prossime settimane si partirà a lavorare all’antologia formato Millelire che raccoglierà i dieci racconti selezionati. Non appena avremo poi tutte le informazioni per l’evento dedicato all’argomento Creative Commons, evento che comprenderà la premiazione, pubblicheremo qui tutte le coordinate. Un grazie per intanto dalla redazione di Stampa Alternativa ai partecipanti – tutti e 68 – e alla giuria.

Creative Commons in Noir: primissimo bilancio

Creative Commons in NoirOk, abbiamo tirato le fila per quanto riguarda il concorso Creative Commons in Noir, lanciato l’estate scorsa per autori che volessero cimentarsi nella stesura di racconti di genere rilasciandoli con licenza Creative Commons. I racconti che ci sono pervenuti fino al 31 ottobre, data in cui scadeva il bando, sono stati sessantotto. Di questi, solo uno non è stato ritenuto valido a causa della lunghezza del testo: a fronte delle diecimila battute richieste nel regolamento, il racconto superava le 87 mila.

Gli altri, invece, sono stati inseriti nella lista dei concorrenti perché, oltre al numero di battute, hanno rispettato gli altri canoni richiesti, in primis l’apposizione della clausola di rilascio. E i giurati (Maurizio Matrone, Juan Carlos De Martin, Loredana Lipperini, Monica Mazzitelli, Antonella Beccaria, Erika Mattea Vida, Edi Pernici, Luciano Comida e Carla Melli) hanno ricevuto copia dei racconti e le griglie di valutazione. A questo punto, il prossimo appuntamento è per la fine di gennaio quando saranno annunciati i vincitori. Di seguito, inoltre, forniremo le informazioni circa la cerimonia di premiazione e l’antologia che scaturirà dalla selezione partita proprio in questi giorni.

Non dimenticate il concorso Creative Commons in Noir

Creative Commons in NoirMentre siete in vacanza (o forse no), non dimenticate il concorso letterario di Stampa Alternativa Creative Commons in Noir. A memento, ecco qua di nuovo il regolamento. La scadenza per inviare i vostri racconti è fissata al 31 ottobre prossimo.

Regolamento del concorso

Stampa Alternativa bandisce il concorso letterario Creative Commons in Noir aperto ad autori italiani e stranieri per racconti noir in lingua italiana rilasciati con licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate. Al concorso sono ammessi testi inediti per scrittori al loro esordio letterario e già affermati. Continue reading