I racconti di Creative Commons in Noir: “Talpe” di Paolo Delpino

Creative Commons in NoirL’equipaggio è composto da due persone, Rico e la sottoscritta.

Faccio parte dell’organizzazione da quattro mesi, ma è solo la seconda missione che compio insieme a lui, perché i componenti degli equipaggi vengono ruotati di frequente: una delle regole recita infatti che non si devono mai effettuare due missioni di seguito con lo stesso compagno.

Oggi il nostro compito consiste nel raggiungere un’area di sosta sull’autostrada e aspettare.

Rico ha parcheggiato l’auto dietro al grill, al termine della rampa che sale dal distributore, per cui risulta nascosta alla vista di chi entra nell’area di servizio.

Benché l’equipaggio sia composto da noi due soli, i nostri compiti sono accuratamente distinti: Rico è il nocchiero, io il gabbiere, secondo la definizione del capo, affezionato ai termini marinareschi.

Al nocchiero tocca condurre l’auto, al gabbiere osservare.

E neppure condividiamo le informazioni: infatti il luogo dell’appuntamento viene comunicato solo al primo, il segnale di riconoscimento al secondo.

Il segnale di riconoscimento è un gesto comune, ma inequivoco, come chinarsi ad allacciare una scarpa, spiegare un giornale, estrarre un portafoglio per esaminarne il contenuto.
Continue reading