I racconti di Creative Commons in Noir: “Il Male” di Karim Mangino

Creative Commons in NoirNon commettere il male, con pensieri, opere, omissioni…

Una goccia di ketchup cadde in un angolo della tastiera, ma Corrado non ci fece caso. Era troppo eccitato per la prova che stava per fare. Diede un morso al panino e digitò la password per accedere al programma. La poltroncina cigolò sotto il suo peso, aveva ventidue anni e la vita sedentaria, trascorsa chiuso in camera davanti al computer a nutrirsi di tramezzini e bibite gassate, aveva fatto arrivare il suo peso oltre i centocinquanta chili.

Quella mattina per Corrado era un grande giorno. Era un anno che lavorava al suo progetto, dodici lunghi mesi di tentativi, riprogrammazioni, frustrazioni e sudore che ora si condensavano nel test che stava per fare, per vedere se quello che aveva creato funzionava davvero. Lo schermo lampeggiò aprendo una finestra che richiedeva una seconda password. Nel frattempo Corrado aveva acceso un’altra apparecchiatura elettronica che occupava quasi interamente la scrivania dando alla piccola camera da letto l’aspetto di una centrale comandi di una nave. La stanza fu invasa da un fastidioso ronzio come una radio fuori sintonia, intervallato di tanto in tanto da suoni acuti e stridenti.

Il rumore non gli impedì di sentire che qualcuno bussava alla porta.

– Chi è? – chiese. Sapeva benissimo che dall’altra parte della porta c’era l’unica persona che viveva in casa con lui. Sua madre.
Continue reading