Non ho niente da dire, ma so come dirlo. Claudio Nutrito scrive un manualetto per i moderni opinionisti

Non ho niente da dire, ma so come dirloAncora mi risuonano nella mente le parole della prof di lettere al liceo che, citando Catone, ci rammentava sempre: “Rem tene, verba sequentur – Padroneggia l’argomento, le parole seguiranno”, quasi a voler sottolineare che, se non avevamo studiato, era inutile arrampicarsi sugli specchi. In fin dei conti si tratta di una massima vera: se conosci l’argomento puoi parlarne in qualsiasi modo. Claudio Nutrito, invece, ci dimostra che questo motto è quanto mai falso almeno per una categoria: gli opinionisti.

Nel suo pamphlet Non ho niente da dire, ma so come dirlo. Trattato ad uso del moderno opinionista, Nutrito, con acuto spirito di osservazione e sagacia, sviscera il modo di parlare degli opinionisti (anche televisivi) e dimostra che per parlare di un determinato argomento si può anche essere bellamente ignoranti. In dodici capitoletti godibilissimi, Claudio Nutrito inizia ad esaminare l’importanza di non farsi capire (riportando, tra gli altri, il famoso sketch di Walter Chiari sul sarchiapone), l’utilizzo delle premesse (premesso che…), l’abnorme uso del de-qualcosa e dis-qualcosa con tutti i più beceri luoghi comuni tra cui spicca l’uso di proverbi messi in mezzo alla discussione come i cavoli a merenda. Interessantissima la disamina delle parole risolutrici (coniugare, a misura d’uomo, comunicare, condividere, riappropriamoci…, riscopriamo…, bisogna verificare se esistono le condizioni, società civile) alle quali, personalmente, avrei aggiunto l’avverbio assolutamente che ultimamente sta dilaniando la lingua italiana.

Dopo aver letto questo trattato i dibattiti televisivi (se mai li seguite) vi appariranno in maniera totalmente diversa.

(Questo post è stato pubblicato da Booksblog)


Non ho niente da dire, ma so come dirlo – Trattato ad uso del moderno opinionista di Claudio Nutrito
Fuori collana
104 pagine
ISBN: 978-88-6222-124-5

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>