E dagli di nuovo con le “sviste” sull’Arte della Gioia

E così finisce che Lettera sulla felicità di Epicuro, nella versione di Angelo Maria Pellegrino, sarebbe stato il primo libro Millelire. Questa è l’imprecisione diffusa dal giornalista del quotidiano La Stampa sabato scorso, vai a capirne il motivo. L’ennesima imprecisione, vogliamo essere benevoli, e l’ultima in ordine di tempo. Ricapitolando quanto è uscito nei giorni scorso e quella che invece è la situazione corretta:

  • Pellegrino non ha pagato per la prima edizione del libro di Goliarda Sapienza, “L’arte della gioia”, bensì ha anticipato le spese di digitalizzazione del manoscritto di 800 cartelle, incassando la somma anticipata e le royalty;
  • Pellegrino non ha pagato il primo volume della collana Millelire Più che conteneva il primo capitolo del libro di Goliarda, bensì ha concorso all’invenzione della collana che costava cinquemila lire di un tempo portantola poi alla morte;
  • Pellegrino non ha inventato la collana di libri Millelire e per quanto il titolo da lui curato, “Lettera sulla felicità” di Epicuro, esso mi è stato offerto, senza nulla chiedere in cambio, quando la collana Millelire, da me inventata, esisteva da tre anni e aveva al suo attivo una decina di titoli.

Fatto sta che alcuni anni dopo la prima edizione, preso atto del successo di copie e ristampe, Pellegrino ci ha tormentati fino a ottenere, unico tra i curatori di libri Millelire, una royalty sulle copie vendute.

Adesso aspetto, nel mare magnum delle interviste procurate dal potente ufficio stampa di Einaudi, la prossima imprecisione (o bugia?) che prontamente segnalerò all’avvocato perché valuti gli estremi per la querela. Mentre Goliarda, da dove è ospitata, se la ride. Alla grande.

5 thoughts on “E dagli di nuovo con le “sviste” sull’Arte della Gioia

  1. E povero Marcello….
    Apriamo insieme un sito che si occupa solo di porcate giornalistiche?

    Ce ne sarebbe da scrivere!!!!!!!!

    Un abbraccio, non pensar troppo all’arte della (Sventura), ormai.
    Boris Borgato

  2. Salve, sono passati 2 mesi e non so se tornerete qui però, visto che il 27/09 non è ancora passato e sono di Torino ma, accidenti, dovrei anche andare a Napoli per il jatevenne day…dicevo, a proposito de “l’arte della gioia” di Goliarda Sapienza: io ho un’edizione del 2006 – stampa alternativa, speciale eretica – acquistato da Feltrinelli; l’ho letto e mi domando, siccome le stesse dichiarazioni di Angelo Pellegrino, cioè che a sue spese pubblicò nel ’98 in un migliaio di esemplari, vengono riportate a pag.3, perché non gliele avete contestate all’epoca? altrimenti si può pensare che col tempo e con l’età egli abbia avuto qualche defaiance…comunque, complimenti al sito!

  3. Ciao Vanna,

    l’edizione che hai tu del libro è la terza e ti dobbiamo ringraziare perché hai scoperto un errore di cui in casa editrice non ci eravamo resi conto: quella frase, infatti, andava tolta perché il contributo – interamente restituito – a Pellegrino riguardava solo la prima edizione. Per quanto invece concerne anticipi, restituzioni e diritti d’autore successivamente pagati, trovi tutto riportato fedelmente nel post “L’arte della gioia”: altro che a spese proprie scritto da Angelo Leone, il direttore commerciale di Stampa Alternativa.

    Grazie.
    La redazione.

  4. arrivo sempre in ritardo, adesso come anche sabato pomeriggio, ma solo perchè in centro a Torino c’era una manifestazione che mi ha bloccata. in tempo comunque per sentire tutta l’ipocrisia negli interventi degli intellettualoidi che girano per questa città. direte che sono matta: siccome attraverso questa lettura (ridotta da einaudi in un libricino con foto di copertina che ritrae una donna stesa con fare provocante, in bianco e nero e costume intero) io a Goliarda ho voluto bene, mi ero stampata i vostri commenti per poter ribattere; l’emotività ha lasciato il posto all’impulsività e così, prima di allontanarmi, non sono riuscita a fare altro che lasciare agli organizzatori quello che avevo tra le mani, come atto di protesta. mi sembrava giusto mettervi al corrente. scusatemi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>