Fondi all’editoria, il metodo Ciarrapico

La casta dei giornali di Beppe LopezChe la «legge per l’editoria» facesse acqua da tutte le parti si sapeva. Pochi controlli, norme ad personam, trucchi e truffe (da parte di finte cooperative, finti giornali e giornali di finti «movimenti») sono stati documentati e denunciati più volte. Ma si è andati avanti come se nulla fosse, penalizzando le vere cooperative e coinvolgendo nel discredito le vere, insopprimibili finalità che sole giustificano un intervento pubblico nel mercato, specie in quello, democraticamente sensibile, dell’informazione.

Meno male che ogni tanto si fa viva la guardia di finanza. Che questa volta ha «beccato» nientemeno che Giuseppe Ciarrapico, consentendo alla magistratura romana di iscriverlo nel registro degli indagati per truffa, insieme a otto suoi prestanome, collaboratori e dipendenti, in relazione ai contributi ottenuti dal Dipartimento per l’editoria di Palazzo Chigi da due sue società che gestiscono otto piccole testate quotidiane: Nuova Viterbo Oggi, Ciociaria Oggi, Nuovo Molise, Nuova Reti Oggi, Fiumicino, Guidonia, Ostia e Castelli Oggi.

Nel maggio del 2006, era toccato a Massimo Bossoli, sua moglie e una ventina di collaboratori. Si era dato da fare prima con l’Indipendente e poi col Giornale d’Italia, organo del «Movimento Pensionati Uomini Vivi». Due testate percettrici di contributi pubblici. La procura di Roma lo incarcerò insieme ad altre tre persone, accusandolo di aver sottratto allo stato – muovendosi abilmente fra le larghissime maglie normative della «legge per l’editoria» – 14 milioni di euro e di aver falsificato fatture per 18 milioni di euro. Gli furono sequestrati beni per 25 milioni di euro.

L’intramontabile e proteiforme Ciarrapico – uomo d’affari della Dc andreottiana, esplicita fede fascista, già re delle acque minerali e oggi pare molto vicino ai vertici del Pd romano – si è inventato da qualche anno editore. Ha messo su una piccola catena di testate locali, in grado di esercitare una qualche attrazione su presidenti e assessori regionali di centrosinistra e di centrodestra. Godendo quindi di «favori« locali, ma soprattutto conquistando il diritto a più di 5 milioni di euro l’anno a valere sul capitolo «cooperative» della legge per l’editoria. Una strana cooperativa padronale, articolata su due società, formalmente distinte: Editoriale Ciociaria Oggi e Nuova editoriale Oggi, di cui sono titolari due ottantenni, Umberto Silva e Antonio Sinapi, secondo l’accusa semplici prestanome di Ciarrapico e anch’essi indagati per truffa, insieme a un commercialista e ad altre 5 persone.

A parte la discutibile acquisizione di contributi in quanto «cooperativa» (non risultano per ora, su questo, addebiti formali), Ciarrapico avrebbe fatto ricorso alla legge n. 250/90 con due società diverse mentre in realtà esse sarebbero di fatto un’unica impresa. Questo gli avrebbe consentito, eludendo le norme, di incassare il doppio di quanto gli spettasse. Perciò gli sono stati sequestrati subito i 2 milioni e mezzo di euro che il Dipartimento stava per erogargli per il 2006, mentre la finanza si è messa alla caccia dei 20 milioni di euro incassati fra il 2002 e il 2005. Soldi che sarebbero stati già trasferiti in Lussemburgo.

Al di là della vicenda dei giornali di Ciarrapico – che rappresentano solo una delle decine di casi di trucchi, escamotage e vere e proprie truffe ai danni della «legge per l’editoria», di chi avrebbe effettivamente diritto alla pubblica incentivazione e in generale della libertà di informazione – si spera che essa possa far aprire gli occhi al legislatore e al Dipartimento, e incoraggiare guardia di finanza e magistratura ad allargare le sue indagini anche a testate e personaggi giornalisticamente più titolati di Ciarrapico, ma altrettanto privi di titoli per lucrare sul pubblico danaro.

(Questo articolo è stato pubblicato sul quotidiano Il Manifesto del 20 dicembre 2007)

La casta dei giornali – Così l’editoria italiana è stata sovvenzionata e assimilata alla casta dei politici di Beppe Lopez
Collana Eretica
208 pagine
ISBN 978-88-6222-001-9
Il libro viene pubblicato in collaborazione con Eri-Rai

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>