HOME > COLLANE > FUORI COLLANA > LE DEE E GLI DEI DEL...
 
   
 
 

Marija Gimbutas
LE DEE E GLI DEI DELL'ANTICA EUROPA. Miti e immagini del culto
Traduzione e cura di Mariagrazia Pelaia


COLLANA: Fuori collana
GENERE:
pp. 336
Anno: 2016
PREZZO: 25,50 euro
(15% di sconto sul prezzo di copertina: 30,00 euro)
ISBN: 9788862225519




Della stessa autrice, pubblicato da Stampa Alternativa:
La civiltà della Dea, voll. 1 e 2
www.stampalternativa.it/libri/978-88-6222-168-9/marija-gimbutas/la-civilta-della-dea-volume.html
www.stampalternativa.it/libri/978-88-6222-346-1/marija-gimbutas/la-civilta-della-dea-.html
 
   
 

Tsai Chih Chung
ZHUANGZI
  Finn Brunton, Helen Nissenbaum
OFFUSCAMENTO
  a cura di Edgar Meyer e Alessandro Ciorba
UNA VITA PER LORO

“Questo libro splendidamente illustrato raccoglie una documentazione archeologica che difficilmente può essere trovata altrove”.
Mircea Eliade



Scritto nel 1974 e riveduto e aggiornato nel 1982, questo volume determinò la notorietà dell’Autrice.
La civiltà europea fiorita fra il 6500 e il 3500 a.C. – molto prima della civiltà greca e di quella giudaico-cristiana – non è stata un mero riflesso delle culture confinanti del Vicino Oriente, ma una cultura autonoma dotata di un suo carattere originale. L’immaginario mitico dell’epoca matrilineare rivela quali fossero le prime concezioni che l’umanità aveva del cosmo, dei rapporti tra uomo e natura e tra maschio e femmina: con al centro la Grande Dea che incarnava il principio creatore come fonte e scaturigine di tutto. Attraverso lo studio delle sculture, dei vasi e degli oggetti di culto provenienti dall’Europa sud-orientale, Gimbutas descrive una cultura che si strutturava intorno al villaggio, prima di essere travolta e dispersa dagli Indoeuropei patriarcali.

APPROFONDIMENTI

Marija Gimbutas, nata in Lituania nel 1921, dopo l’occupazione sovietica si trasferisce in Germania e poi nel 1949 come rifugiata negli Stati Uniti dove, alla Harvard University, si specializza nell’archeologia dell’Europa orientale, mettendo a disposizione dei colleghi testi e materiali altrimenti illeggibili. Nel 1963 le viene offerta la cattedra di Archeologia europea all’Università di California, che occupa fino al 1989. Dirige campagne di scavo nei Balcani e in Italia meridionale in siti dell’età neolitica. I suoi ultimi tre libri sono quelli che hanno suscitato maggiori reazioni in ambito accademico e culturale a livello mondiale: The Goddesses and Gods of Old Europe (1974, 1982; l'opera qui presentata è per la prima volta tradotta in italiano), The Language of the Goddess (1989; tr. it.: Il linguaggio della Dea, Longanesi) e The Civilization of the Goddess (1991; tr. it.: La civiltà della Dea - voll. 1 e 2, Stampa Alternativa). Con le sue intense ricerche sul significato sociale e simbolico delle antiche culture neolitiche ha ampliato in senso interdisciplinare il consueto approccio accademico fondando una nuova disciplina: l’archeomitologia.
Muore a Los Angeles nel 1994.


----------------------------------

Recensione su archiviostorico.info:
www.archiviostorico.info/libri-e-riviste/8302-le-dee-e-gli-dei-dellantica-europa


 

LASCIA UN COMMENTO
Nickname: (obbligatorio)
Titolo: (obbligatorio)
Testo:
   
 

Banda Aperta Srl - via G. Gatteschi, 23, 00162 Roma - P.Iva 12965071009 | Privacy Policy