HOME > COLLANE > ERETICA > LA SCELTA DEL PRESID...
 
   
 
 

Sabino Labia
LA SCELTA DEL PRESIDENTE
Cronache e retroscena dell'elezione del Capo dello Stato da De Nicola a Napolitano


COLLANA: Eretica
GENERE:
pp. 184
Anno: 2014
PREZZO: 12,35 euro
(5% di sconto sul prezzo di copertina: 13,00 euro)
ISBN: 9788862224109


 
   
 

Romolo Giovanni Capuano
IL LIBRO VERDE DELL'IRA
  Gabriele Lunati
KRAFTWERK
  Luigi Onori
PERIGEO

Nella Prima Repubblica l’elezione del Capo dello Stato è stata dominata dalle lotte fratricide interne alla Dc e dai rapporti tra il Pci e la famiglia socialista, senza contare i condizionamenti esterni dell’America, della Massoneria e della Chiesa. Pressioni e veti che provocavano, più che l’elezione di un candidato, la sconfitta del prescelto.
Nella Seconda Repubblica, con la fine dei partiti tradizionali, molto è dipeso dall’improvvisazione del momento, ferme restando le influenze esterne.
Ma soprattutto ha assunto sempre maggiore rilevanza la variabile impazzita dei franchi tiratori. Da Einaudi a Napolitano bis, ogni bassezza è divenuta possibile: sotterfugi, tradimenti, imboscate e accordi sottobanco. Tutti, leader di partito e candidati, sono venuti a patti, ma a vincere sono stati sempre loro che – come cecchini infallibili – prima concepivano l’imboscata e poi impallinavano il prescelto di turno senza pietà.

APPROFONDIMENTI

Articolo di Panorama.it del 29 luglio 2014:
news.panorama.it/politica/Totoquirinale-chi-dopo-Napolitano

www.archiviostorico.info/libri-e-riviste/6841-la-scelta-del-presidente

Recensione su Donna Moderna con intervista all'autore:
www.stampalternativa.it/cmssa/uploads/docs/Donnamoderna.jpg


 

LASCIA UN COMMENTO
Nickname: (obbligatorio)
Titolo: (obbligatorio)
Testo:
   
 

Nuovi Equilibri Srl in liquidazione - via Ripagretta 6 - 01016 Tarquinia - C.F. e P. IVA 01554950566 | Privacy Policy