HOME > COLLANE > ROCK PEOPLE > PINK FLOYD - THE WAL...
 
   
 
 

Gianfranco Salvatore (a cura di)
PINK FLOYD - THE WALL
Rock e multimedialità


COLLANA: Rock people
GENERE:
pp. 312
Anno: 2005
PREZZO: 12,75 euro
(15% di sconto sul prezzo di copertina: 15,00 euro)
ISBN: 9788872268506




 
   
 

Andrea Duranti
ESILIO, MEMORIA E LIBERTÀ
  Sabina Morandi
IN CASO DI PIOGGIA LA RIVOLUZIONE SI TERRA' NELLA HALL
  Costanza Previtali
UN BALLO SOLTANTO E VADO VIA

Raccontare THE WALL è come raccontare da capo tutta la storia dei Pink Floyd, ma dal punto di vista del loro stesso mondo. È il racconto di una musica ispirata a un innato senso della sperimentazione, a una concezione spettacolare, visionaria, multimediale del rock; ma è anche la narrazione quasi privata di tutte le loro angosce esistenziali, del senso tragico della condizione della rockstar, della condanna dell’uomo contemporaneo all’alienazione. Raccontare THE WALL significa spiegare l’immaginario del rock in una prospettiva abitata da sentimenti forti: paura, solitudine, violenza, e un inesprimibile, folle bisogno d’amore. Equivale a raccontare, sulle orme dei Pink Floyd, un cammino incerto e difficile che solo la musica può mettere in scena perché solo la musica può riscattarlo. Ma raccontare soltanto non basta. Bisogna analizzare THE WALL per ripercorrere la storia del rock riconoscendone i punti di incrocio e di scambio con la storia della musica, delle arti, della poesia, del teatro, del cinema contemporaneo. Punti che i Pink Floyd seppero individuare e sviluppare meglio di chiunque altro, interpretando sapientemente il fitto crocevia culturale rappresentato dal loro tempo, che parte dalla psichedelia e arriva fino all’età del computer e di Internet. L’analisi di un’opera così articolata – disco, concerto, spettacolo multimediale, film, oggi o domani un musical – costringe a calarsi in tutti i suoi interstizi anche più nascosti e misteriosi: dalle strutture musicali profonde all’uso ora plateale, ora subliminale delle tecnologie, dalla psicologia di un protagonista emblematico e indimenticabile fino alla drammaturgia, incredibilmente versatile, di un progetto che funziona e si esprime ai più vari livelli artistici e spettacolari. Campioni europei della psichedelia musicale, utopisti del suono e della luce, pionieri del teatro rock, poeti e drammaturghi di una multimedialità dalle dimensioni faraoniche ma dal cuore innocente e solitario, con THE WALL i Pink Floyd ci hanno donato un’opera che, oltre a costituire l’acme della loro esperienza e della loro creatività, rappresenta la più complessa realizzazione dell’immaginario rock, e il punto d’arrivo di una delle più belle stagioni della musica del Novecento.

Gianfranco Salvatore insegna Storia e Metodologia Critica della Popular Music alla Facoltà di Beni Culturali dell’Università di Lecce, e dirige l’Accademia della Critica di Roma. È autore di oltre venti libri.

APPROFONDIMENTI

www.music-on-tnt.com/libri/articolo.php?id_articolo=1051


 

I COMMENTI DEI LETTORI
  11/10/2008
DREME'S
I LORO DISCHI SONO MATTONI FISSATI NEL CIELO X FARCI SOGNARE!

BLUESKY
 
     
  11/10/2008
the Wall
Da ex tossicodipendente,il mio MURO lò già buttato giu 12 anni fà; ora sono alla ricerca dei mattoni x ritirarlo sù.....xkè cè un mondo in cui non mi riconosco più!

BLUESKY
 
     

LASCIA UN COMMENTO
Nickname: (obbligatorio)
Titolo: (obbligatorio)
Testo:
   
 

Banda Aperta Srl - via G. Gatteschi, 23, 00162 Roma - P.Iva 12965071009 | Privacy Policy