AA. VV., Vladimir Vysotsky

25 marzo 2006

Vladimir VysotskyUn poeta che canta. Un attore che suona. Un indisciplinato che si sottopone a esercizi durissimi per essere un Amleto totale (corpo voce anima). Una voce potente, infiammata e tristissima, incisa su musicassette mal registrate dal vivo. Un musicista ancorato alla tradizione, e innamorato del jazz, che dispone solo della sua chitarra. Un attore cinematografico al quale vengono assegnate, al massimo, parti di antagonista. Un grande artista contemporaneo, sepolto in una brutta tomba, sulla quale non mancano mai i fiori e i pensieri del suo popolo. Vladimir Vysotsky: 25 gennaio 1938 – 25 luglio 1980.

—————
AA. VV., Vladimir Vysotsky, 19 canzoni
Millelire, Stampa Alternativa, 1992 (fuori catalogo)
—————

Il volume viene rilasciato sotto la licenza Creative Commons
Attribuzione-NonCommerciale-Condividi allo stesso modo
.

Il testo integrale viene diffuso in formato RTF, poi in ZIP (1MB) e in formato PDF, poi in ZIP (714KB). Per leggere quest’ultimo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito

No Comments

Comments are closed.