Bandinelli, Gente di mezz’agosto

20 marzo 2006

Gente di mezz’agostoIn agosto, come a un carnevale atteso e volentieri evocato, si sciolgono tutti i vincoli. Si parte senza un arrivederci: il fratello, l’amico scopre la solitudine nel telefono del fratello e dell’amico—squilla lontano senza che nessuno risponda. Si lasciano dietro spoglie odiate che si vorrebbe non più ritrovare, al ritorno. Allora la città si scopre crudele….

—————
Angiolo Bandinelli, Gente di mezz’agosto
Millelire, Stampa Alternativa, 1990 (fuori catalogo)
—————

Il volume viene rilasciato sotto la licenza Creative Commons
Attribuzione-NonCommerciale-Condividi allo stesso modo

Il testo integrale viene diffuso in formato RTF e poi in ZIP (764KB) e in formato PDF (202KB). Per leggere quest’ultimo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

No Comments

Comments are closed.