Il saluto a Luca Coscioni

21 febbraio 2006
Archiviato in Segnalazioni — Redazione @ 18:11

È morto ieri Luca Coscioni, 39 anni, da 10 ammalato di sclerosi laterale amiotrofica. Trasformando il suo da “caso pietoso a caso pericoloso”, Luca aveva deciso di incarnare una battaglia di libertà, quella per l’affermazione della ricerca sulle cellule staminali embrionali, che potrebbe un giorno curare patologie mortali come il Parkinson, l’Alzheimer, e la sclerosi laterale amiotrofica da cui era stato colpito 10 anni fa. Una battaglia condotta con “la tenacia del maratoneta e la forza di Superman”, e raccontata in prima persona nel libro di Stampa Alternativa Il Maratoneta.

La camera ardente verrà allestita mercoledì 22 febbraio e sarà accessibile al pubblico dalle ore 10 alle ore 17 presso la Sala Consiliare del Comune di Orvieto (ingresso Via Garibaldi), alle 17.30 si terrà la cerimonia funebre in Piazza del Popolo – Orvieto.

Non fiori ma sostegno all’Associazione Luca Coscioni.

Nessun commento

Nessun commento

RSS feed dei commenti a questo articolo.

I commenti non sono disponibili.