Per la libertà di cultura e di conoscenza, qui e ora

1 febbraio 2005

Il progetto Libera Cultura, Libera Conoscenza vuole offrire la possibilità di scaricare legalmente materiali creativi di vario tipo, con redistribuzione libera e gratuita — iniziando con alcuni volumi già pubblicati in formato cartaceo da Stampa Alternativa. I materiali saranno rilasciati sotto “licenze libere”, in particolare sotto Creative Commons, le licenze lanciate in USA nel Dicembre 2002 dall’ omonimo consorzio non-profit guidato dall’ avvocato Lawrence Lessig, autore di Cultura Libera, in uscita a fine febbraio presso Apogeo.

Le licenze Creative Commons vanno rapidamente affermandosi nel mondo come strumento ideale per la condivisione della conoscenza e per bilanciare le istanze di protezione degli autori con le libertà d’ accesso del pubblico. Già operative in una decina di nazioni (tra cui Giappone, Germania, Taiwan) e in fase di messa a punto in altrettanti paesi (inclusi Cina, Israele, Regno Unito), il mese scorso le licenze Creative Commons sono state presentate anche nel nostro paese grazie all’ operato di iCommons Italy e delle Affiliate Institutions Italiane.

E’ in questo contesto che s’inserisce Libera Cultura, Libera Conoscenza, progetto aperto a editori, autori, artisti ed altre entità che vorranno aderire con l’ obiettivo di promuovere la libera circolazione delle idee e della cultura. Oltre a proporsi come portale italiano per la diffusione di opere liberamente condivisibili, il sito fornirà notizie e aggiornamenti continui su analoghe iniziative a livello globale.

Le licenze Creative Commons permettono agli autori di riservarsi solo alcuni (anzichè tutti) diritti sulle proprie opere, offrendo contemporaneamente ai fruitori maggiori libertà . Un approccio non incompatibile con un eventuale sfruttamento commerciale dell’ opera, ma che rivela da parte dell’ autore il prioritario interesse alla maggiore diffusione possibile dell’ opera, anche e soprattutto al di fuori delle comuni reti distributive. In particolare, la libera circolazione e diffusione delle idee è un’ esigenza vitale per tutti quegli autori e artisti esclusi per vari motivi dai canali tradizionali, e lo è ancor di più per quanti sono interessati a proporre e promuovere nuove forme di partecipazione, inclusi l’ attivismo o la mobilitazione politica e sociale.

Proprio per questo, il primo volume disponibile sarà Il maratoneta, di Luca Coscioni: la storia del Presidente dei Radicali Italiani, malato di sclerosi laterale amiotrofica che parla grazie al sintetizzatore di un computer e che ha trasformato il proprio “caso umano” in un “caso politico” di lotta per la libertà di ricerca scientifica.

Il maratoneta e gli altri titoli del catalogo di Stampa Alternativa sono soltanto l’ assaggio di una vera e propria collana online che comprenderà materiale italiano inedito, testi di editori e provenienza diversa, traduzioni di testi stranieri già diffusi con licenze analoghe. Più in là il sito distribuirà anche materiali audio-video e altre opere artistiche di chiunque vorrà aderire. Un’ iniziativa aperta e collaborativa: invitiamo tutti a fornire proposte, segnalazioni, commenti.

Contatti: info@liberacultura.it

No Comments

Comments are closed.