Casamassima, Bandite!

25 ottobre 2012

Bandite!C’è un filo rosso che unisce le storie delle brigantesse e delle partigiane.  Le donne che a cavallo dell’Unità d’Italia imbracciarono il fucile, lo fecero dopo la rottura di un equilibrio domestico e umano determinato dall’uccisione o cattura del loro uomo o per seguirlo in un destino ribelle contro uno Stato che non riconoscevano.
Quelle che scelsero la lotta armata, unendosi ai partigiani durante la Repubblica sociale, risposero a un doppio richiamo: affettivo e civile, rivendicando la loro essenza di donne: «Non abbiamo fatto la guerra noi», dice una di esse. «Abbiamo fatto solo le donne».

——————————————–
Pino Casamassima, Bandite! Brigantesse e partigiane – Il ruolo delle donne col fucile in spalla.
Collana Senza finzione, Stampa Alternativa, 2012
——————————————–

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate.

Il testo integrale è disponibile in formato PDF (571 KB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del volume cartaceo.

One Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.