Mugno, Il pornografo del regime

10 ottobre 2007

Il pornografo del regimeMolto, ma molto tempo prima che si parlasse di veline e letterine, si parlava già di “maggiorate fisiche e minorati psichici e intellettuali”. È il mondo evocato dalle vignette di Mameli Barbara, pieno di “signorine” provocanti nelle forme, negli atteggiamenti e nel linguaggio.
Un mondo preso di mira attraverso le tavole e le barzellette, durante il fascismo sul “Marc’Aurelio” e nel dopoguerra anche su altre testate. Una satira talmente pungente ed efficace da procurargli censure e guai giudiziari, a suggello di un anticonformismo e di una libertà di espressione sempre meno diffusi ai giorni nostri.

————-
Salvatore Mugno, Il pornografo del regime: Erotismo e satira di Mameli Barbara
Collana Eretica Speciale, Stampa Alternativa, 2007
————-

L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate. La copertina (148KB) e il libro integrale in formato PDF, spezzato in vari file per un download più comodo:

pag. 1-24 (525KB), pag. 25-50 (3,2MB), pag. 51-73 (4,1MB), pag. 74-96 (2,2MB), pag. 97-102 (772KB), pag. 103-125 (2,6MB), pag. 126-152 (2,5MB).

Per aprire i file occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Scheda e modalità d’acquisto del libro cartaceo.

One Comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.