Project Gutenberg e manybooks.net

19 novembre 2006

manybooks.netIl Project Gutenberg è l’iniziativa più “antica” tesa alla trasformazione del sapere in formato elettronico. Nacque infatti nel 1971 quando Michael Hart approfittò del tempo-macchina messogli a disposizione dalla University of Illinois su un ingombrante mainframe Xerox Sigma V. Il primo testo digitato fu la Dichiarazione d’Indipendenza degli Stati Uniti. Oggi il catalogo online del Project Gutenberg offre 19.000 titoli di pubblico dominio o privi di copyright (ciò vale solo per gli USA), grazie al lavoro di centinaia di volontari. Ogni mese vengono scaricati circa due milioni di volte—free of charge and free as in freedom. Un enorme biblioteca digitale che include, fra gli altri, il “Kamasutra”, gli appunti di Leonardo e “Ulysses” di James Joyce, in formato testo o zippato. Un esempio imitato da altre mini-biblioteche elettroniche organizzate da volontari, tra cui manybooks.net curata da Matthew McClintock su un server Mac con software libero Apache. Il sito esiste dal gennaio 2005 e offre e-book ugualmente gratuiti e liberi, in parte tratti dal DVD diffuso nel 2003 dallo stesso Project Gutenberg, più vari altri e-titoli generati su richiesta o per futuri lettori.

No Comments

Comments are closed.