Burroughs, Vicolo del Tornado

3 marzo 2005

Vicolo del tornado (Millelire)«Tutto il mio lavoro è rivolto contro coloro che sono intenti, per stupidità o per programma, a far saltare in aria il pianeta o a renderlo inabitabile.»
-William Seward Burroughs (1914–1997).

Nel Vicolo del Tornado giocano i ragazzi selvaggi, le macchine sono morbide, la notte è rossa, il pasto nudo.
Sette brevi e fulminanti storie del grande vecchio della beat generation. Sette micidiali “routine” che esplodono come fiori luminosi nel cervello del lettore. Sette invettive contro la religione del potere e i suoi derivati, l’autoritarismo, il perbenismo ipocrita, il razzismo, il sessismo, la violenza cieca, la pena di morte.

——————
William Burroughs, Vicolo del Tornado
Millelire Stampa Alternativa, 1997 (fuori catalogo)
———————-

La versione elettronica del volume viene rilasciata sotto la licenza Creative Commons
Attribuzione-NonCommerciale-Condividi allo stesso modo

Il testo integrale viene diffuso in due formati: RTF e PDF (per leggere quest’ultimo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito):

File PDF (207K)

File RTF (1MB)

No Comments

Comments are closed.