Snatch Comix. Hello ’69

Snatch ComixDall’America degli anni Sessanta, il cosidetto ‘fumetto underground’, purtroppo quasi ignorato dalla lingua italiana, divertì invece migliaia di persone, da Katmandu a Londra, da Amsterdam all’East Village o a Marrakesh. Ma fu in primo luogo la California testimone di eclettiche quanto radicali esplorazioni nel campo della vita comunitaria, delle droghe, della comunicazione e dell’arte.

Snatch vide per la prima volta la luce nelle strade di San Francsco nel 1968 in edizione tascabile, e ne uscirono tre numeri in un eccezionale crescendo. In Snatch confluirono, sotto una ricca e ironica serie di pseudonimi, i maggiori cartoonist dell’underground americano. Robert Crumb è indubbiamente il più noto, seguito da S. Clay Winston, senza trascurare Rick Griffin e Victor Moscoso.

La creatività anarchica di questi ragazzi non venne certo frenata dalla censura. Nonostante gli attacchi di giudici e polizia, le copie circolarono un po’ ovunque attraverso la distribuzione rapida e alternativa, non ottemperando ad alcuna norma di legge sulla stampa.

Snatch Comix. Hello ’69. A cura di Gian Domenico Iachini. Millelire, Stampa Alternativa, 1993

Si può scaricare liberamente in formato PDF (33MB). Scarica il PDF