Tatafiore, De Bello Fallico
Libri scaricabili , Millelire , Su carta / 24 aprile 2009

Si è spenta recentemente Roberta Tatafiore, se n’è andata alla sua maniera, da femminista radicale e disobbediente. Si è tolta la vita, denunciando che in questo Paese non si può neanche morire in libertà. La sua ultima battaglia l’aveva sostenuta per il caso Eluana Englaro. Come nostro ricordo ribelle, ne riproponiamo il pungente “De bello fallico” del 1996. Che cosa è successo sulla scena della legge contro la violenza sessuale? Quello che hanno detto e fatto donne e uomini in Parlamento, magistrati, opinioniste, giornalisti – raccontato da una cronista politica spregiudicata. ————————— Roberta Tatafiore, De Bello Fallico – Cronaca di una brutta legge sulla violenza sessuale Collana Millelire, Stampa Alternativa, 1996 (fuori catalogo) ————————— L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate. Il testo integrale è disponibile in formato PDF (2,5MB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Ghersi, Brandamaglia: da come si smonta una branda a…

BrandaMaglia è una tecnica di terrificante semplicità e d’immediata gratificazione: si adatta a ogni sesso, età e condizione (psico e sociale). E’ un’arte per gli abili o meno, per gli impazienti, i pazienti e i degenti, per i bimbi e gli anziani, i diversi e gli uguali, i non artisti e persino gli artisti. Qui s’insegna a fabbricare alla svelta uno stupendo cappello (e altro), senza spendere un euro (oltre al prezzo dell’opuscolo presente) e senza dipendere da spacciatori di corsi, di formazione e di creatività. Poi s’insegna a procacciarsi gli appositi ferri del mestiere, senza mollare un centesimo ai negozi di hobbistica ma rovistando saggiamente tra i rifiuti. Per gli altri materiali, si suggeriscono vari recuperi tessili. Qui si fomentano le attività inattuali, sincere ed eleganti, non prone all’opulenta Era dei Pulsanti. In sé, una maglia è minima: come una bici singola, che si interponga allo scempio del traffico. Non è niente però è già qualcosa. Due o tre, molte. . . meglio ancora: ogni grande rivoluzione è fatta di tante piccole cazzate. ————————— Luciano Ghersi, Brandamaglia: da come si smonta una branda a come si monta una maglia, in pratica e nel corso della storia Collana Millelire Speciali,…

AA.VV., 10 racconti in noir

Questa è l’antologia che raccoglie i 10 racconti vincitori del concorso Creative Commons in Noir dello scorso anno. Ecco testi e autori inclusi nel volume: “Scultura” di Davide Bacchilega, “La marmellata di more” di Euro Carello, “Apocalisse di Giovanni” di Luciano Pagano “Il timbro e il flagello” di Alberto Prunetti, “Angelo mio” di Alberto Giorgi, “Saint Vincent” di Michele Frisia, “Il male” di Karim Mangino, “Una vera signora” di Angela Venuti, “Corso dei mille” di Antonio Pagliaro, “Erano in tre” di Paolo Ferrari. ————————— AA. VV., 10 racconti in noir Collana Millelire, Stampa Alternativa, 2007 ————————— L’opera viene rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate. Il testo integrale è disponibile in formato PDF (1MB). Per aprirlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Corrias, Viaggi Acidi: Intervista ad Albert Hofmann

Chi è, cosa pensa, come vive il padre dell’acido lisergico. Da quei milligrammi di chimica è nata la rivoluzione psichedelica. Albert Hofmann oggi ha 86 anni, vive in una casa isolata vicino a Basilea; scrive, viaggia, nuota. Non ha mai smesso di riflettere sulla droga e sulle droghe. In questa intervista – la prima concessa a un giornalista italiano – spiega il suo punto di vista, racconta la sua storia, i suoi ricordi, a partire da quel fatidico pomeriggio del 1943. [Albert Hofmann è scomparso il 29/4/2008, a 102 anni]. —————— Pino Corrias, Viaggi acidi: intervista ad Albert Hofmann Stampa Alternativa, Millelire, 1992 (fuori catalogo) —————– L’opera viene rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate. Il testo integrale viene diffuso in formato ODT (184KB) e in formato PDF (432KB); per leggere quest’ultimo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

AA. VV., Critical Mass: idee a trazione umana

La storia di Alfio, un alieno come tanti, nelle città asfissiate dalle automobili. Alfio ci racconta di Critical Mass, appuntamento casuale di ciclisti urbani che si tiene in tutto il mondo, Italia compresa. Una storia per chi non si sente bloccato, in fila, ma ciclista che svicola verso un altro modo di vivere il mondo. —————— AA. VV., Critical Mass: idee a trazione umana Stampa Alternativa, Millelire (Edizione Speciale), 2008 —————– L’opera viene rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate Il testo integrale viene diffuso in formato PDF (645 KB); per leggere quest’ultimo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

AA. VV., Low cost, quanto ci costi!

Un solo euro per volare in una capitale europea è una grande tentazione. Ma qual è il reale prezzo di questi biglietti aerei e chi lo paga? Ecco una breve descrizione fatta da comuni cittadini che, stanchi di non dormire, hanno cominciato a cercare. Un libro bianco che riassume le loro tristi “scoperte”, un basso costo che nasconde un altissimo prezzo e chi paga è sempre la popolazione, soprattutto quella che non vola. Un libro che speriamo sia utile a gli inconsapevoli complici e vittime di questo sporco inganno… per comprendere come uno sviluppo così sprezzante e cieco riduca la nostra casa, la nostra terra e la nostra vita a nient’altro che un grande posacenere! —————— AA. VV., Low cost, quanto ci costi! Stampa Alternativa, Millelire (Edizione Speciale), 2008 —————– L’opera viene rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate Il testo integrale viene diffuso in formato PDF (212 KB); per leggere quest’ultimo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Moneta, Dal vuoto assoluto

Gli ingredienti per credere che si tratti di Ellis ci sono tutti: il sesso giuocato con finta rabbia, la droga usata né come mezzo né come fine, ma solo vissuta come un altro dei normali eventi quotidiani. Infine l’amore, o ciò che ne resta. Un ritratto disperato ma trascinante di una generazione che vive e si muove con finto distacco tentando di recuperare il Grande Vuoto. In una specie di movimento di trottola si agitano le vicende di Hank, Jamie e Francesca, in una Roma raccontata con “falsi” occhi americani, da un “vero” autore italiano, di cui troverete il nome a pagina due di copertina. —————— Lorenzo Moneta, Bret Easton Ellis, Dal vuoto assoluto Stampa Alternativa, Millelire (Compasso d’oro), 1994 (fuori catalogo) Racconto vincitore del Cantiere dei “Veri-Falsi” —————– L’opera viene rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate Il testo integrale viene diffuso in formato ODT (241KB) e in formato PDF (250KB); per leggere quest’ultimo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Baraldi, Ti amo da matti

“Ti amo da matti”, “Sono pazzo di te”: ma che cosa avranno mai da spartire amore e follia? Sarà vero che solo i pazzi sanno amare oppure è nell’esperienza di tutti che innamorarsi è davvero un po’ come impazzire? Enrico Baraldi, psichiatra e scrittore, ha raccolto le frasi dei malati di mente sul tema dell’amore: il non sense apparente assume significati assolutamente normali, o almeno condivisibili, nelle storie da loro stessi vissute e qui raccontate, “come per scriverci un libro”. —————— Enrico Baraldi, Ti amo da matti Stampa Alternativa, Millelire (Compasso d’oro), 1994 (fuori catalogo) —————– L’opera viene rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate Il testo integrale viene diffuso in formato PDF (3,9MB); per leggerlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.

Depero, Prospettive fiabesche di macchine rare

La fantasia umana, lo sviluppo della tecnica e della scienza, le incontentabili e sconfinate esigenze del capriccio e dell’estetica, hanno creato nel campo automobilistico campioni di macchine di una originalità sorprendente; tipi anticipatori di razze macchinistiche future di forme iperboliche e prodigiose. … Questi nuovi tipi sperimentali di auto hanno forme curiose, bizzarre e logiche somiglianze ai coleotteri, ai pesci e ai volatili. Sembrano esseri appartenenti alle fiabe, ad un mondo ignoto che si trova ancora ai suoi primi esempi imperfetti e poveri. Chissà fra un secolo, fra dieci secoli e fra cinquanta secoli! Quali meraviglie volanti meccaniche! Perciò nulla da sorridere, niente ironie ed incredulità. Bisogna constatare, ammirare ed avvicinarsi con profondo interesse a tutto quello che coscientemente, ingegnosamente e genialmente è nuovo e impensato. Fortunato Depero (1892-1960), futurista, sperimentalista e teorico degli sviluppi industriali delle arti, nel primo dopoguerra fu una delle figure chiave dell’avanguardia italiana. —————— Fortunato Depero, Prospettive fiabesche di macchine rare Stampa Alternativa, Millelire, 1989 (fuori catalogo) —————– L’opera viene rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate Il testo integrale viene diffuso in formato PDF (629KB) [per leggerlo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito] e in formato OpenOffice (549KB).

Pasquini, Caro Lucrezio

L’azione si svolge negli anni ’68/’70. Il liceo Tito Lucrezio Caro si trova in via Venezuela al Villaggio Olimpico di Roma. I nomi sono stati omessi, i cognomi lasciati inalterati. Quanto riportato, pur con l’ausilio di una memoria per altri versi fallace, risponde al vero. Nel dettaglio sono stati evidenziati – ma più spesso caritatevolmente taciuti – solo gli episodi che per affetto, invidia o shock sono rimasti indelebilmente incisi nella mente dell’autore. Costui è in attesa di smentite autorevoli, ed eventuali strascichi giudiziari, per poter impinguare il bottino. —————— Massimo Pasquini, Caro Lucrezio Millelire, Stampa Alternativa, 1991-92 (fuori catalogo) —————– L’opera viene rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate Il testo integrale viene diffuso in formato RTF compresso in ZIP (877MB) e in formato PDF (159KB); per leggere quest’ultimo occorre Adobe Acrobat Reader, software gratuito.