HOME > ARCHIVIO LETTERA 22 > I GUARDIANI SEPOLTI SOTTO LA NOSTRA TERRA
 
  I GUARDIANI SEPOLTI SOTTO LA NOSTRA TERRA

Appena insediata la nuova giunta della Polverini alla Regione Lazio, l'uomo che più ha fatto per contrastare l'abusivismo edilizio nella capitale, Massimo Miglio, è stato rimosso dal suo incarico. Alla giornalista e scrittrice d'inchiesta del nostro "Anni di cemento", Chiara Lico, lascio la parola e questo spazio per far luce su una vicenda torbida e scottante e, almeno per ora, avvolta da un silenzio inquietante.
Rivolgo a tutti quelli che ci leggono un accalorato invito a diffondere tanto l'articolo di Chiara Lico quanto il libro succitato e scaricabile dal nostro sito.
Marcello Baraghini

DOMENICA 13 GIUGNO 2010
I GUARDIANI SEPOLTI SOTTO LA NOSTRA TERRA

Ci sono storie che hanno diversi livelli di lettura, cerchi concentrici che una volta ritratti permettono di leggere il racconto sotto profili sfumati e per questo vanno colti, analizzati. Vanno separati dal resto, misurati come le pennellate che li hano generati e che riescono così a dare il valore aggiunto impercettibile epppur fondamentale al nucleo centrale del racconto._Succede nel film La nostra vita di Luchetti, capolavoro di neorealismo dei giorni nostri. Non entriamo nella storia, che per definizione è una delle tante (ma che come poche riesce a toccare le corde delle emozioni umane). Restiamo invece sui cerchi concetrici, su uno dei più periferici, quello che fa da scenario e da sfondo a tutta la vicenda: l'abusivismo edilizio che disegna una borgata disperata di vite e di sotto-vite, di realtà conosciute e taciute. Di accordi sottobanco, di appalti, subappalti e di morti ...


 
   
(Pagina 1 di 6)
  
 
 
 

Nuovi Equilibri Srl in liquidazione - via Ripagretta 6 - 01016 Tarquinia - C.F. e P. IVA 01554950566 | Privacy Policy