HOME > ARCHIVIO LETTERA 22 > CHE, A NOI!
 
  CHE, A NOI!

L’altro Che, il nuovo libro di Mario La Ferla, va a infrangere la teca che racchiude “Che” Guevara come reliquia di sinistra, quella di governo o quella antagonista, di partito o no, catena di montaggio per magliette, felpe, bandane, libri, film e documentari.
E no!
Il mito viveva, e non da ieri, anche tra la destra estrema, con solidi argomenti e corposo dibattito.
Lo sapevano in parecchi a sinistra, ma zitti! Sennò si sdoganavano i fascisti.
Lo sapevo anche io, fin dagli scontri di Valle Giulia nel ’68 e dall’occupazione della facoltà di Lettere a Roma. Ma io non avevo mai avuto gli argomenti e le motivazioni del dibattito che aveva investito come un ciclone la destra estrema.
Mario ha riempito questo vuoto di informazione, alla sua maniera, puntigliosa, meticolosa, lucida, documentata. E ci aggiunge qualcos’altro: la documentazione dell’interesse, se non della passione del Che per Peron e la sua rivoluzione popolare, compreso l’incontro del Che con Peron a Madrid in “casa” di Francisco Franco.

Una teca, prima ancora, l’avevamo infranta! Quella che racchiudeva i resti di Luciano Bianciardi, accanitamente custodita da “sacerdoti” grossetani allo scopo di alimentare non quello di Luciano, bensì il loro di mito, di intellettuali provinciali frustrati. Parlare e berciare in nome di Luciano li riscattava dalla loro miseria intellettuale e sociale.
Insieme a Ettore Bianciardi l’abbiamo infranta con le migliaia di copie dei libri di Luciano riportati alla giusta luce e al giusto prezzo popolare e coi libri chiamati, in onore di ...


 
   
(Pagina 1 di 2)
  
 
 
 

Nuovi Equilibri Srl in liquidazione - via Ripagretta 6 - 01016 Tarquinia - C.F. e P. IVA 01554950566 | Privacy Policy